Approfittiamo delle previsioni del tempo favorevoli per un mordi e fuggi in Liguria.
Dedichiamo il sabato pomeriggio alla visita del Museo dell'olivo di Imperia dove sono esposte le collezioni raccolte dalla famiglia Carli, fondatrice della fabbrica omonima che si trova proprio davanti al museo stesso. Ne restiamo piacevolmente colpiti perchè è meglio di come ce lo aspettavamo: innanzitutto è ubicato in un edificio elegante con vetrate decorate, scalinate e pavimenti di marmo. Il museo che si trova al I° piano di questo palazzo è diviso in diverse sale nelle quali sono proiettati filmati e collocati cartelloni che illustrano la storia e l'importanza dell'olivo dall'antichità fino ad oggi; vi si trovano inoltre molti reperti e suppellettili relativi alla coltivazione dell'olivo e alla produzione e conservazione dell'olio; sono presenti oggetti molto antichi e quindi sicuramente di valore. La visita al museo è gratuita; all'uscita dal museo è quasi d'obbligo una capatina nello spaccio aziendale dove è veramente difficile non cadere nella tentazione di fare acquisti; infatti compriamo alcune prelibatezze da portare a casa.
Finita la visita ci dirigiamo all'Oasi Park a Diano Marina. L'area è strapiena, ci sono camper da tutte le parti, ma riescono ugualmente a trovarci un posticino. Nonostante la confusione la sistemazione è discreta perchè c'è molto verde ben curato, ci sono i servizi igienici docce comprese, è vicina al centro raggiungibile con una breve passeggiata e il costo è decisamente limitato (10 Euro + 2 Euro per l'elettricità: considerato  che siamo in Liguria dove si paga anche l'aria che si respira, mi sembra molto economica.).
La sera ceniamo in centro in un bel localino.
Al mattino della domenica inforchiamo le bici e ci dirigiamo alla pista ciclabile che si snoda lungo la costa verso Imperia: una meraviglia!
Il panorama è stupendo, ma la cosa veramente sorprendente è la possibilità di poter pedalare in tutta tranquillità senza inl traffico che si trova dappertutto e tutto l'anno in Liguria.
La pista arriva fino ad Oneglia dove rincontriamo le macchine e quindi il fascino si conclude; troviamo anche un bel po' di folla perchè c'è un mercato con tantissime bancarelle; dopo un giro veloce torniamo a Diano Marina dove trascorriamo ancora qualche ora godendo della bellisima giornata di sole; poi a malincuore rientriamo al camper e ci mettiamo in viaggio verso casa.
WEEKEND LIGURE
OTTOBRE 2010