COGNE  (Settembre 08)

Approfittiamo dell'ancora caldo primo weekend di settembre per recarci a Cogne, che già da tempo avevamo intenzione di visitare.
La strada per arrivare è molto larga e ben tenuta e riusciamo così a raggiungere il paese in breve tempo. Ci rechiamo prima nella Fraz. di Lillaz, parcheggiamo nell'area di sosta all'ingresso del paesino che di giorno è gratuita e ci dirigiamo a piedi verso le famose cascate. In circa un'oretta arrampicandoci per un sentiero abbastanza ripido arriviamo alle cascate; a quanto pare solo in pochi arrivano fin qui (almeno oggi) perchè non c'è quasi nessuno. E' un luogo particolarmente bello: le cascate formano un piccolo laghetto con una spiaggetta di ciottoli; non fosse per l'acqua gelata verrebbe voglia di tuffarsi!
Torniamo poi al camper e scendiamo all'area di sosta del capoluogo che si dimostra essere molto confortevole: ci sono l'elettricità, i servizi igienici ed è comodissima perchè salendo una scala si raggiunge il centro del paese.
Alla sera ceniamo in pizzera dove conviene prenotare onde evitare di aspettare parecchio tempo, come succede a noi: poi andiamo a nanna.
Al mattino ci svegliamo di buon'ora pronti per un'altra scarpinata; attraversiamo la prateria di Sant'Orso, dove il panorama è stupendo: sembra di trovarsi dentro ad una cartolina! Poi ci avviamo per il sentiero molto agevole che porta a Valnontey. Anche oggi in circa un'ora arriviamo alla meta prefissata dove peraltro vediamo parecchie auto e anche alcuni camper perchè ci si arriva anche con la strada carrozzabile: vabbè, così non vale!
Da Valnontey partono i sentieri per la visita al Parco del Gran Paradiso, ma per oggi noi abbiamo già dato: sarà per un'altra volta!
Ci limitiamo ad osservare un branco di camosci che si sono spinti fino quasi in paese, ma degli stambecchi nemmeno l'ombra.
Al pomeriggio rientriamo al camper e a malincuore lasciamo questo gioiellino e ritorniamo nella nostra piatta e afosa pianura padana.